Product cat : Sinfonica

IDIS 6703 KARAJAN SPECTACULAR VOL 4

IDIS 6703 KARAJAN SPECTACULAR VOL 4

Oltre che per la EMI e per la DG, le due storiche etichette cui il grande direttore austriaco ha affidato la maggior parte del suo lascito discografico, Herbert von Karajan ha inciso anche diversi dischi per la Decca, a voler ricordare solo le memorabili registrazioni pucciniane con Mirella Freni e Luciano Pavarotti. Per registrare il repertorio sinfonico per la Decca Karajan ebbe allora a disposizione una delle migliori orchestre del mondo, quei Wiener Philharmoniker che furono, insieme coi Berliner Philharmoniker e la Philharnmonia Orchestra, uno dei suoi ensembles prediletti. Questa memorabile Prima Sinfonia di Brahms fu registrata da Karajan nel 1960 ed è da tempo uscita dai cataloghi. E’ dunque un motivo di grande orgoglio, per la IDIS, riproporla finalmente al pubblico in un accuratissimo mastering digitale. Le fanno compagnia l’Ouverture Tragica, registrata sempre coi Wiener Philarmoniker nel 1964, e una delicatissima versione delle Variazioni su un tema di Haydn incisa alla guida della Philharmonia Orchestra nel 1955. Un Cd che tutti gli amanti di Karajan non possono assolutamente perdere!

IDIS 6682 KARAJAN SPECTACULAR VOL 3

IDIS 6682 KARAJAN SPECTACULAR VOL 3

Parlare di Herbert von Karajan può sembrare quasi banale, perché oggi nessuno osa mettere in dubbio che si è trattato dal più grande direttore d’orchestra della seconda metà del Novecento, così come Toscanini lo è stato della prima. Il nostro CD ripropone alcune delle più leggendarie incisioni di alcune delle pagine orchestrali più amate dal direttore tedesco e registrate con la Philharmonia Orchestra in uno dei momenti più felici della sua carriera musicale, tra il 1952 e il 1960. Sono interpretazioni memorabili, piene di virtuosismo e di una brillantezza orchestrale senza uguali, tutte pervase da una gioia del far musica che si oppone nella maniera più esplicita alla triste pesantezza di una lunga tradizione germanica che Karajan spazzò via una volta per tutte. Un CD imperdibile.

 

IDIS 6676 – 6677 Carlo Maria Giulini Collcetion Vol . 2

IDIS 6676 - 6677 Carlo Maria Giulini Collcetion Vol . 2

Carlo Maria Giulini è stato uno degli ultimi rappresentanti di uno stile interpretativo profondamente impregnato di Umanesimo, che vedeva nel direttore d’orchestra l’esecutore fedele della volontà dell’Autore, e non un divo che si esibiva sul podio per conquistare l’applauso del pubblico. Uomo schivo e riservato come pochi, Giulini ci ha lasciato un numero modesto di registrazioni discografiche, ma tutte di eccezionale qualità musicale, perché frutto di uno studio devoto e appassionato e di un’esperienza lunga anni. Questo splendido doppio CD riunisce quattro delle Sinfonie più amate da Giulini, registrate con la “sua” Philharmonia Orchestra nel periodo forse più felice della sua carriera, tra il 1957 e il 1962. E sono tutti esiti memorabili e purtroppo da lungo tempo non più ristampati su CD, a cominciare dalla magnifica Incompiuta schubertiana, che la IDIS ha il piacere di proporre finalmente al pubblico degli appassionati di tutto il mondo.

 

IDIS 6684 Hans Knappertsbusch conducts Mozart and Beethoven

IDIS 6684 Hans Knappertsbusch conducts Mozart and Beethoven

Questo eccezionale CD propone una rarissima perla della scarna discografia di Hans Knappertsbusch, la magnifica versione del Concerto in La Maggiore per clarinetto e orchestra KV 622 di Mozart registrata dal vivo a Monaco nel 1962. Questa registrazione, afflitta in origine da un certo numero di problemi tecnici, non è praticamente mai circolata in CD. Oggi la IDIS ha il piacere di offrirla al pubblico in un nuovo remastering digitale che permette finalmente di gustarla per la prima volta in tutta la sua bellezza, cosa che farà certo molto piacere ai molti ammiratori dell’arte del grande direttore tedesco. Completa il CD un grande classico, la Quinta Sinfonia di Beethoven che Knappertsbusch registrò a breve distanza dal Concerto di Mozart con la Sinfonie-Orchester della Radio dell’Assia.

 

IDIS 6606 Emil Gilels plays Tchaikovsky

IDIS 6606 Emil Gilels plays Tchaikovsky

Emil Gileles (1916-1985) è stato un riferimento della straordinaria scuola pianistica russa. Era in grado di raggiungere un’eccezionale tecnica esecutiva accompagnata da una travolgente esuberanza. Fu interprete molto valido delle Sonate di Beethoven e fu anche notevole nel ambito del repertorio russo; tra cui il famoso concerto no 2 in si bemolle minore spesso eseguito, e il meno celebrato Concerto no 2 in Sol maggiore opere che sono presentate nel nostro CD in due registrazioni live del 1959 a Torino e a Sanpietroburgo, Leningrado.

In entrambe le interpretazioni il magnetismo e la forza della sua interpretazione musicale divennero evidenti lasciandoci un documento di monumentale grandeur che può essere indubbiamente considerato una pietra miliare nella discografia di queste due composizioni.

IDIS 6672 Samuel Coleridge-Taylor Hiawatha’s Wedding Feast; Antonin Dvorak Symphonic Variations op 78

IDIS 6672 Samuel Coleridge-Taylor Hiawatha’s Wedding Feast; Antonin Dvorak Symphonic Variations op 78

Sebbene oggi quasi dimenticato. Il compositore britannico Samuel Coleridge-Taylor (1875-1912) godette a suo tempo di una incredibile polarità grazie alla Cantata per tenore, coro e orchestra Hiawatha’s Wedding Feast, ispirata al poema di ambientazione indiana The Song of Hiawatha di Longfellow; nell’arco di circa dieci anni ebbe non meno di trecento esecuzioni nella sola Inghilterra. Nel 1962, nel cinquantenario della morte del compositore, sir Malcom Sargent curò una memorabile incisione in studio di questa composizione che può essere ancor oggi considerata come uno dei capisaldi  della musica corale inglese. Insieme con la Cantata vengono proposte le celeberrime Variazioni sinfoniche op. 78 di Antonin Dvorak, che per tutta la vita fu il compositore preferito da Coleridge-Taylor, incise da Sargent nel 1959.

 

IDIS 6554 Wilhelm Furtwängler conducts Brahms

IDIS 6554 Wilhelm Furtwängler conducts Brahms

Il doppio concerto dato da Boskovsky, maestro concertatore della Filarmonica di Vienna, e da Brabec è toccante e poetico i due strumenti sembrano dialogare tra loro di sofferenza e riconciliazione. La visione delle emozioni di Brahms è pienamente rispettata sotto la direzione di W. Furtwängler e la musica fluisce in modo assolutamente naturale.

L’interpretazione di Brahms eseguita da Furtwängler è stata per lungo tempo considerata leggendaria ma come ogni artista anche il grande direttore tedesco ha i suoi picchi nell’ ispiarazone  come la Sinfonia no 1 che è stata definita e considerata una delle migliori interpretazoni di Brahms mai realizzate e per molto tempo l’unica registrazione disponibile di questa sinfonia era veramente di bassa qualità sonora. Idis in questo CD la presenta al pubblico in una versione remasterizzata digitalmente che permette di godere appieno questo capolavoro senza tempo.

Il secondo brano presentato nel CD è un rara registrazione del Doppio Concerto op 152  presentato a Vienna nel 1952 con un giovane Willi Boskovsky al violino anch’esso completamente remasterizzato.

 

IDIS 6666 Lorin Maazel conducts Gustav Mahler Das Lied von der Erde

IDIS 6666 Lorin Maazel conducts Gustav Mahler Das Lied von der Erde

Direttore e musicista precocissimo, Lorin Maazel ha cominciato a far parlare di sé fin dal principio degli anni Cinquanta del secolo scorso. Alla Fenice di Venezia, nel 1960, il trentenne Maazel diresse una memorabile versione del Das Lied von der Erde di Mahler, in un’epoca in cui il compositore austriaco era ancora pressoché sconosciuto in Italia. La registrazione di quel concerto, di ottima qualità sonora, ci è fortunatamente pervenuta, e la IDIS ha il piacere di offrila adesso al pubblico degli appassionati di tutto il mondo in un accurato remastering digitale. Un CD assolutamente da non perdere, una nuova e fondamentale testimonianza della raffinatissima arte direttoriale di Maazel.

 

IDIS 6667 6668 Bruno Walter conducts Richard Wagner

IDIS 6667 6668 Bruno Walter conducts Richard Wagner

Nella sua formidabile carriera direttoriale, Bruno Walter affrontò più volte il repertorio wagneriano, di cui fu interprete tra i massimi del Novecento, anche dopo l’esilio forzato dalla Germania cui lo obbligarono i Nazisti, che avevano cercato di trasformare il culto della musica wagneriana in una sorta di “cosa propria”. Il nostro doppio CD riunisce le tappe discografiche fondamentali del Wagner diretto da Bruno Walter, dalle lontane incisioni degli anni Venti con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, di sorprendente qualità per gli standard dell’epoca, alle ultime, sublimi incisioni americane con la Columbia Symphony Orchestra, autentico testamento spirituale di un musicista senza pari.

 

IDIS 6610 Otto Klemperer conducts Beethoven vol 1

IDIS 6610 Otto Klemperer conducts Beethoven vol 1

Otto Klemperer è stato uno dei più grandi interpreti del repertorio di Beethoven, con la London Philharmonia orchestra realizzò in studio una serie memorabile delle Sinfonie di Beethoven che Emi ha prodotto e registrato inserendole poi come eccellenze del suo catalogo.

Sempre con la stessa orchestra Kemperer eseguì le Sinfonie di Beethoven in una serie di esibizioni che si tennero a Vienna nella stagione concertistica della primavera estate del 1960. IDIS presenta in una serie di CD dedicati proprio questa serie di concerti Viennesi. Questo primo volume presenta la Sinfonia no 1 e no 3 “L’Eroica”. In queste registrazioni dal vivo di qualità sonora decisamente superore per gli standard dell’ epoca viene sottolineata la maestosità dello stile direttoriale di Klemperer.